Il brunch non è un pranzo ma neanche una colazione, è una via di mezzo che sta conquistando sempre più persone anche in Italia. Si tratta di una tradizione anglosassone, soprattutto americana, che viene perpetuata la domenica e anche al sabato, ovvero quando le persone sono rilassate e possono dedicare tempo a sé stesse. Ma come si prepara il brunch perfetto?

 

Brunch perfetto: il mix fra dolce e salato

Il brunch deve proporre un giusto mix fra ricette dolci e salate. Spetta a chi lo gusta scegliere con cosa partire, se con le uova alla coque o con i biscotti inzuppati nel cappuccino. I piatti possono quindi attingere alla tradizione, quindi pasticci, pasta fresca e anche piatti verdura dove il pane i prodotti da forno diventano golosi protagonisti. Spazio quindi a toast al prosciutto, uova al tegamino, ma anche a frittate e focacce salate, verdure alla griglia e chi più ne ha più ne metta.

Ai piatti salati deve essere associata una ricca offerta dolce, quindi croissant, biscotti, frittelle come i pancake e tante torte, preparate con cioccolato, crema o confettura. Il brunch deve quindi annoverare lo yogurt, i cereali e anche la frutta fresca di stagione per essere davvero goloso e completo.

Brunch perfetto: e le bibite?

Il brunch perfetto deve potere contare su una selezione di bevande calde e di bibite fresche. La scelta ideale è di preparare un buon caffè, che può essere espresso, decaffeinato anche cappuccino o latte macchiato. Anche l’orzo va benissimo, così come il te, perché le bevande calde sono decisamente il cuore del brunch.

A tutto ciò va aggiunta la frizzante presenza delle bibite fresche, che possono essere scelte fra i succhi di frutta naturali, ma anche gli estratti o le centrifughe, ottimi da gustare in estate e preparati con la frutta di stagione. Per completare il brunch perfetto non deve mai mancare una brocca di acqua fresca, che può essere resa più interessante con qualche fogliolina di menta o di erba aromatica. Buon appetito!